Storia

Chierici Regolari di San Paolo, detti Barnabiti

Il cremonese S. Antonio M. Zaccaria (1502-1539), discepolo di Fra’ Carioni Battista da Crema († 1534), fu il fondatore principale della Congregazione dei Chierici Regolari di S. Paolo, assieme a Bartolomeo Ferrari (1499-1544) e Giacomo Morigia (1497-1546). Detti Barnabiti (dal nome della loro casa madre di San Barnaba in Milano) o Paolini (il loro patrono principale è S. Paolo), furono approvati ufficialmente da Clemente VII il 18 febbraio 1533 e confermati da Paolo III il 21 luglio 1535. Con felice intuizione lo Zaccaria – canonizzato da Leone III il 27 maggio 1897 –, aveva istituito nel 1530 anche il ramo femminile, le Suore Angeliche di S. Paolo (non obbligate alla clausura), e i Maritati di S. Paolo (oggi, Laici di S. Paolo o Terzo Collegio), chiamati entrambi a condividere nello spirito e nell’azione l’attività di riforma dei costumi svolta dai Padri. La loro spiritualità molto esigente, caratterizzata da un’intensa vita di rinnovamento interiore incentrato nel Crocifisso e nell’Eucaristia e da uno spiccato senso comunitario, sfociò, per es., nell’usanza dei rintocchi delle campane il venerdì alle tre del pomeriggio, in ricordo della morte di Cristo, e nelle Quarantore. Gli stretti contatti alle origini con la Contessa di Guastalla Ludovica Torelli, con la Compagnia dell’Eterna Sapienza di Milano, e con il domenicano fra Battista da Crema, nonché la vita comune e l’apostolato giudicato troppo stretto fra i tre rami della Famiglia zaccariana – soprattutto dopo il bando dalle terre venete del 1551 (vedi l’angelica Paola Antonia Negri) –, rese poi inevitabile l’intervento ecclesiastico che, praticamente, soppresse il Terzo Collegio, ridusse in clausura le Angeliche e rifondò i Barnabiti – grazie all’intervento di S. Carlo Borromeo –, con le nuove Costituzioni definitive del 1579. Il carisma paolino spinse successivamente i Barnabiti non solo a porsi a servizio dei vescovi, ma anche a impegnarsi, a partire dal XVII, nell’educazione scolastica della gioventù e nello slancio missionario, per es. in Birmania. Oggi i Barnabiti sono circa 350 e hanno comunità sparse nei quattro Continenti.

Achille Erba27102015

Invito alla lettura. La Grande Guerra: P. Barzaghi e l’Ospedale militare insediato nel Collegio San Francesco dei PP. Barnabiti di Lodi

Pallavera11072015Gorla13122015Parroci di Kabul